27 giugno 2017

Ravioli ricotta e spinaci con sugo di pomodoro e basilico

Questa settimana facendo la spesa nel mio mercato di fiducia, ho trovato delle fantastiche uova di papera, per chi non le conoscesse hanno una dimensione notevole, ed equivalgono a circa tre uova di gallina ma sono ottime per fare la pasta all'uovo. Appena rientrata a casa ho pensato subito di fare dei bei ravioli, avendo comprato anche della ricotta fresca. E' un lavoro un pò lungo, ma ne vale senza dubbio la pena per mangiare un prodotto di una bontà infinita. Quando cucino i ravioli mi piace utilizzare un sugo semplice proprio per gustarne appieno il sapore quindi ho preparato un semplicissimo sugo al pomodoro e basilico e il primo piatto è pronto. La ricetta qui di seguito.



Ingredienti:
Per i ravioli
2 uova di papera
600 g. di farina di grano duro
500 g. di spinaci lessati
700 g. di ricotta di pecora
una grattata di noce moscata
sale e pepe q.b
un paio di cucchiai di parmigiano o grana grattugiato

Per il sugo
Una bottiglia di polpa di pomodoro (io uso quella fatta in casa)
Alcune foglie di basilico fresco
olio evo sale e pepe q.b
1 spicchio di aglio

parmigiano o pecorino a piacere




  • In una planetaria mettere le uova e la farina e impastare bene il tutto fino a formare un panetto omogeneo

  • Stendere l'impasto e copparlo con un cerchio

  • Nel frattempo preparare in una ciotola gli spinaci lessati e tritati e mescolarli con la ricotta, una grattata di noce moscata il sale e il pepe
  • Mettere un cucchiaio di farcia sul disco di pasta e chiudere con una forchetta a mezzaluna

  • Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua e portare ad ebollizione
  • Preparare ora il sugo mettendo in un tegame l'aglio olio e peperoncino, versare la salsa di pomodoro e portare a cottura aggiungendo alcune foglie di basilico fresco

  • Cuocere i ravioli, scolarli e condirli con la salsa di pomodoro e una manciata di formaggio grattugiato a piacere

Susy

23 giugno 2017

Fiori di zucca ripieni di carne

Eccomi di nuovo a scrivere  dopo tanto , il tempo passa veloce e non me ne accorgo, ma sono ancora qui e stavolta voglio postare una ricetta per utilizzare i fiori di zucca in un modo un pò diverso dal solito. Sono andata  a fare un giretto nel mio orticello e ne ho visto di splendidi , nonostante abbia piantato in forte ritardo, hanno deciso già di deliziarmi con queste primizie, oltre a tre piccole zucchinette. Avendone a disposizione parecchi ho deciso di prepararli non nel solito modo e cioè alla romana, ripieni con mozzarella e acciughe, (ovviamente trovate la ricetta qui nel blog), ma utilizzando del semplice macinato, evitando quindi la frittura e rendendo il piatto più leggero ma non meno gustoso. Ecco il procedimento e gli ingredienti.



Ingredienti:
16 Fiori di zucca belli grandi
300 g. di macinato di maiale
un cucchiaio di parmigiano
1 uovo intero
latte sale e pepe q.b
una grattata di noce moscata
erba cipollina
pane grattugiato q.b 
olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco


  • Pulire i fiori di zucca togliendo il picciolo interno, lavarli e tamponarli con della carta assorbente
  • Preparare il ripieno mescolando la carne e gli altri ingredienti fino ad ottenere un impasto come le polpette
  • Riempire i fiori di zucca e adagiarli su carta forno coperta con un filo di olio e cosparsa di pane grattugiato

  • Ricoprirli con il pane grattugiato e un filo di olio e un pò di erba cipollina

  • Infornare a 180° per circa 40 minuti poi sfumarli con 1/2 bicchiere di vino bianco
  • La carne  tirerà fuori i suoi succhi e formerà una delicata salsetta
  • Impiattare versando sui fiori un pochino di salsa


Susy

13 maggio 2017

Polpettone alle erbe di campo e uova sode

Finalmente di nuovo una bella giornata, e con questo tempo ho la possibilità di fare una bella passeggiata nella mia campagna, quindi provvista di cesto e coltello sono andata in giro a cogliere delle belle erbe di campo spontanee e amarognole. Niente di più buono! E dopo la raccolta di corsa in cucina a realizzare qualcosa di buono. In frigo avevo del macinato appena comprato e subito ho pensato di fare un bel polpettone ripieno con le erbe di campo e delle uova sode.Subito al lavoro ecco qui la ricetta.



Ingredienti:

500 g. di macinato fresco
1 uovo intero
qualche cucchiaio di pangrattato
1/2 bicchiere di latte
noce moscata una grattata
scorza di limone grattugiata
prezzemolo tritato q.b
sale e pepe a piacere
due cucchiaio di formaggio grattugiato
erbe di campo q.b
3 uova sode
olio per ungere la teglia


  • Pulire le erbe di campo e lessarle in acqua bollente, quindi ripassarle in padella con aglio e peperoncino
  • Preparare l'impasto del polpettone mettendo l'uovo, il pangrattato,il sale ,il pepe ,il formaggio grattugiato e la noce moscata
  • Aggiungere il latte, la scorza del limone e il prezzemolo, mescolare bene
  • Su un foglio di carta forno mettere un filo di olio e stendere l'impasto
  • Adagiarvi sopra uno strato di erbe di campo e le uova sode

  • Arrotolare bene il tutto e metterlo su una teglia unta con un filo di olio

  • Infornare a 180° per circa 45 minuti o finchè non capirete che il polpettone è ben cotto e dorato
Impiattate le fette di polpettone accompagnandole con delle patate al forno, come ho fatto io, o con qualsiasi altro tipo di verdure vogliate.



Susy

6 maggio 2017

Mousse di ricotta con salsa di visciole su crumble di nocciole

Giorni fa stavo sfogliando qualche rivista  di cucina come è mio solito fare, e ho letto una ricetta dei cannoli siciliani, premesso che io ho quella della mia mamma e che quindi utilizzo sempre quella, mi è subito venuto in mente che avevo in casa ancora un pochino di quella fantastica ricotta  di pecora, che avevo acquistato il giorno precedente. Come sempre la voglia di inventare qualche piatto con quello che ho in casa è sempre viva in me, ho aperto subito la dispensa e ho trovato nocciole tostate e visciole in sciroppo, nel frigo c'era la ricotta e della panna fresca che era quasi prossima alla scadenza e subito ho pensato di fare una mousse di ricotta, con una salsa di visciole e un crumble di nocciole. Detto fatto mi sono messa subito all'opera. Il dolce è  venuto benissimo con la sua morbidezza e la croccantezza del fondo e con un pò di asprezza, data dalle visciole, che contrastava il dolce della mousse. Eccovi subito la ricetta



Ingredienti per 6 persone:

Per la mousse di ricotta:

300 g. di ricotta fresca
250 g. di panna fresca
180 g. di zucchero a velo
8 g. di gelatina in fogli

per la base croccante:

50 g. di farina debole
50 g. di nocciole tostate
50 g. di burro morbido
50 g. di zucchero semolato

per la salsa:

4-5 cucchiai di visciole sciroppate
1/2 cucchiaino di amido di mais


  • Preparare la mousse mettendo in una ciotola la ricotta setacciata e lo zucchero a velo
  • Amalgamare bene il tutto fino a renderla una crema
  • Nel frattempo mettere in acqua i fogli di gelatina, poi scaldare qualche cucchiaio di panna e aggiungerli dentro dopo averli accuratamente strizzati .
  • Mescolare bene e versarli nel composto precedentemente preparato
  • Montare la panna rimasta e amalgamarla bene alla ricotta
  • Mettere il tutto in una sac-a-poche e riempire degli stampi monoporzione ( io ho usato dei cilindri fatti con l'acetato)
  • Riporre in frigo gli stampi per almeno 3 ore
  • Preparare ora il fondo croccante o crumble, mettendo in un cutter tutti gli ingredienti e tritare grossolanamente
  • Mettere l'impasto così ottenuto in briciole, in una placca coperta di carta forno e far cuocere per  18-20  min a 160°
  • Preparare la salsa scolando le visciole intere e recuperare il succo che andrà scaldato e mescolato con 1/2 cucchiaino di amido per farlo addensare ( se il liquido fosse già bello denso consiglio di mettere meno amido) fino a farlo diventare una cremina fluida ma non troppo
  • Passate le tre ore si può montare il dolce mettendo alla base delle briciole di crumble, posizionare sopra la mousse e decorare con la salsa e le visciole sciroppate tenute da parte.
Ovviamente si può sostituire la ricotta di pecora con quella di mucca o di bufala a piacere e la salsa si può fare con qualsiasi altro frutto si preferisca.



Susy

5 maggio 2017

Mezze maniche alla crema di fave menta romana e scaglie di pecorino

Maggio tempo di fave, le troviamo belle fresche e saporite e proprio  qualche giorno fa girando  al mercato, ho acquistato un bel chiletto di primizie piccole e dolci. Arrivata a casa ho pensato a cosa preparare per il pranzo della domenica e vedendo queste belle fave ho pensato di utilizzarle per farne un  primo piatto.Così mi sono messa all'opera, le ho sgranate separando però quelle più piccoline da quelle più grandi così da poterle lasciare intere, e poi con che si abbinano come sapore? Ma certamente con del pecorino  romano grattugiato fresco e a scaglie. Risultato una bontà indescrivibile che ci ha conquistati tutti fin dal primo boccone, un piatto delicato e fresco grazie anche alle foglie di menta romana. Ma ecco subito la ricetta:



Ingredienti per 4 persone:
400 g. di mezze maniche
400 g. di fave già sgranate
1 scalogno
6 foglie di menta romana
olio evo , sale e peperoncino q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco
pecorino grattugiato e a scaglie q.b


  • Sgranare le fave e separare quelle più grandi dalle piccoline
  • Mettere a bollire una pentola con dell'acqua per cuocere la pasta
  • In una  padella mettere un filo di olio , lo scalogno tritato e il peperoncino
  • Far appassire e aggiungere le fave più grandi e la menta tritata

  • Sfumare con il vino bianco e far cuocere quasi completamente
  • A questo punto togliere dal fuoco e frullare il tutto con il frullatore ad immersione
  • Rimettere il composto sul fuoco e aggiungere le fave piccoline tenute da parte, aggiungere un mestolo di acqua calda e ultimare la cottura regolando di sale

  • Cuocere la pasta al dente scolarla tenendo da parte qualche mestolo di acqua di cottura
  • Versare la pasta nella padella con il composto, mescolare bene e aggiungere pecorino grattugiato e qualche cucchiaio di acqua di cottura per amalgamare bene il tutto
  • Servire con delle scaglie di pecorino e un ciuffetto di menta

Susy

13 aprile 2017

Crostatine ricotta e confettura di visciole

Buona giornata , ci stiamo avvicinando al week-end e questo sarà lungo essendoci Pasqua e Pasquetta. A questo proposito oggi voglio postarvi la ricetta di una crostata, che io ho fatto in monoporzione e quindi adattissima per far felici i vostri commensali in una gita fuoriporta. Questo piatto mi riporta all'infanzia, quando con il mio papà andavo in un negozio al centro di Roma che sfornava dei dolci ebraici di una squisitezza infinita, tra i quali c'era questa magnifica crostata. Giorni fa per l'appunto stavo sfogliando il mio  libro di cucina ebraica e ho visto la ricetta, avendo la confettura di visciole del mio giardino ho voluto subito farla, per realizzare la frolla ho usato zucchero di canna e una farina macinata a pietra . Naturalmente ho preferito fare delle monoporzioni, alcune delle quali sono riuscita a surgelare ,così  , in pochi minuti si scongelano e sono pronte all'uso. E con la ricetta auguro a tutti una serena Pasqua!!



Ingredienti.
Per la frolla

4 tuorli 
400 g. di farina 2
200 g. di zucchero di canna
200 g. di burro

per il ripieno

500 g. di ricotta di pecora
1 uovo intero
4 cucchiai di zucchero
1 confezione di confettura di visciole o ciliegie

zucchero a velo per decorare


  • Preparare la frolla , fare un panetto e metterlo in frigo per circa 30 minuti

  • Stendere la frolla negli stampi
  • Ricoprire con un strato confettura di visciole

  • Amalgamare l'uovo e lo zucchero alla ricotta

  • Versarla sopra la confettura
  • Fare con la frolla le classiche strisce della crostata

  • Infornare a 180° per circa 20 min o fino a quando la frolla non diventa bella dorata
  • Cospargere di zucchero a velo

Susy

17 marzo 2017

Vellutata di cavolo cappuccio piselli e granella di pistacchi

Eccomi di nuovo qui, è vero che l'inverno sta ormai per lasciarci, per fortuna le giornate si allungano e il sole caldo comincia a scaldarci, ma io oggi voglio postarvi la ricetta di una vellutata che ho preparato pochi giorni fa e che a casa mia ha ottenuto grandi consensi. Le verdure che ho utilizzato ancora si trovano  quindi è possibile realizzarla. Per la verità non è proprio una mia invenzione, ma ho cercato di realizzare un piatto che avevo mangiato in un locale e che mi era piaciuto moltissimo naturalmente aggiungendoci del mio! Ecco la ricetta:



Ingredienti:

1 cavolo cappuccio
1 cipolla rossa
250 g di piselli surgelati
2 patate
olio sale e pepe q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco
1 litro di brodo vegetale
granella di pistacchi
parmigiano grattugiato a piacere

  • In una pentola mettere un filo di olio, aggiungere la cipolla tritata , il cavolo tagliato a fettine le patate a tocchetti e i piselli surgelati
  • Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, aggiungere il brodo vegetale e portare a cottura
  • Con il frullatore ad immersione o con un potente cutter  tritare le verdure fino a renderle una crema soffice
  • A questo punto aggiungere una parte di granella di pistacchi
  • Impiattare con un filo di olio del pane tostato, ancora qualche pistacchio e a piacere del parmigiano  grattugiato
Io ho usato il cavolo cappuccio , ma ovviamente si può usare anche la verza quella riccia.



Susy

LinkWithin

.