13 aprile 2017

Crostatine ricotta e confettura di visciole

Buona giornata , ci stiamo avvicinando al week-end e questo sarà lungo essendoci Pasqua e Pasquetta. A questo proposito oggi voglio postarvi la ricetta di una crostata, che io ho fatto in monoporzione e quindi adattissima per far felici i vostri commensali in una gita fuoriporta. Questo piatto mi riporta all'infanzia, quando con il mio papà andavo in un negozio al centro di Roma che sfornava dei dolci ebraici di una squisitezza infinita, tra i quali c'era questa magnifica crostata. Giorni fa per l'appunto stavo sfogliando il mio  libro di cucina ebraica e ho visto la ricetta, avendo la confettura di visciole del mio giardino ho voluto subito farla, per realizzare la frolla ho usato zucchero di canna e una farina macinata a pietra . Naturalmente ho preferito fare delle monoporzioni, alcune delle quali sono riuscita a surgelare ,così  , in pochi minuti si scongelano e sono pronte all'uso. E con la ricetta auguro a tutti una serena Pasqua!!



Ingredienti.
Per la frolla

4 tuorli 
400 g. di farina 2
200 g. di zucchero di canna
200 g. di burro

per il ripieno

500 g. di ricotta di pecora
1 uovo intero
4 cucchiai di zucchero
1 confezione di confettura di visciole o ciliegie

zucchero a velo per decorare


  • Preparare la frolla , fare un panetto e metterlo in frigo per circa 30 minuti

  • Stendere la frolla negli stampi
  • Ricoprire con un strato confettura di visciole

  • Amalgamare l'uovo e lo zucchero alla ricotta

  • Versarla sopra la confettura
  • Fare con la frolla le classiche strisce della crostata

  • Infornare a 180° per circa 20 min o fino a quando la frolla non diventa bella dorata
  • Cospargere di zucchero a velo

Susy

17 marzo 2017

Vellutata di cavolo cappuccio piselli e granella di pistacchi

Eccomi di nuovo qui, è vero che l'inverno sta ormai per lasciarci, per fortuna le giornate si allungano e il sole caldo comincia a scaldarci, ma io oggi voglio postarvi la ricetta di una vellutata che ho preparato pochi giorni fa e che a casa mia ha ottenuto grandi consensi. Le verdure che ho utilizzato ancora si trovano  quindi è possibile realizzarla. Per la verità non è proprio una mia invenzione, ma ho cercato di realizzare un piatto che avevo mangiato in un locale e che mi era piaciuto moltissimo naturalmente aggiungendoci del mio! Ecco la ricetta:



Ingredienti:

1 cavolo cappuccio
1 cipolla rossa
250 g di piselli surgelati
2 patate
olio sale e pepe q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco
1 litro di brodo vegetale
granella di pistacchi
parmigiano grattugiato a piacere

  • In una pentola mettere un filo di olio, aggiungere la cipolla tritata , il cavolo tagliato a fettine le patate a tocchetti e i piselli surgelati
  • Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, aggiungere il brodo vegetale e portare a cottura
  • Con il frullatore ad immersione o con un potente cutter  tritare le verdure fino a renderle una crema soffice
  • A questo punto aggiungere una parte di granella di pistacchi
  • Impiattare con un filo di olio del pane tostato, ancora qualche pistacchio e a piacere del parmigiano  grattugiato
Io ho usato il cavolo cappuccio , ma ovviamente si può usare anche la verza quella riccia.



Susy

11 marzo 2017

Tortine di sbriciolata alle mele

Inverno, tempo di mele, se ne trovano di tanti tipi. Io ieri avevo preparato l'impasto della frolla, con l'idea di fare una crostata, che in effetti ho preparato, però in monoporzione, perchè avevo difronte a me due belle mele fuji, croccanti e subito mi è venuto in mente di realizzare una sbriciolata di mele. Mi sono messa subito all'opera e il risultato è stato veramente ottimo, ho realizzato delle piccole monoporzioni che appena portate in tavola sono finite subito. Ecco qui la ricetta



Ingredienti:
Per la frolla:
4 tuorli
200 g. di zucchero
200 g. di burro
400 g. di farina
un pizzico di sale 
una grattata di limone o vaniglia

Per il ripieno:
3 mele fuji
1 cucchiaio di uvetta sultanina
3 cucchiai di zucchero di canna
1/2 tazzina di liquore al melograno
una noce di burro


  • Preparare la frolla lavorando tutti gli ingredienti fino a formare un panetto liscio, non lavorarlo troppo perchè altrimenti l'impasto si scalda troppo
  • Avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigo per circa mezz'ora
  • Mentre la frolla raffredda, tagliare le mele a cubetti piccoli
  • In una padella far scaldare una noce di burro, versare lo zucchero di canna, le mele e l'uvetta
  • Far sciogliere lo zucchero e sfumare le mele con il liquore al melograno

  • Portare a cottura il tutto e far raffreddare
  • Stendere la frolla a circa 1/2 cm e formare dei dischetti della dimensione del vostro stampo

  • Aggiungere un cucchiaio del composto di mele

  • Ricoprirlo con dei pezzetti di frolla sbriciolati

  • Infornare a 170° finchè le tortine non risulteranno appena dorate
  • Cospargere di zucchero a velo e servire tiepide o fredde

A piacere si può utilizzare un'altro tipo di liquore, io ho usato quello al melograno che ho fatto con quelli del mio giardino:

Susy





16 febbraio 2017

Sformato di spinaci

Eccomi di nuovo a scrivere qui sul mio blog per condividere una ricetta alla quale sono particolarmente legata. Si tratta di un piatto  che preparava sempre la mia mamma, soprattutto durante le feste natalizie e che in seguito viste le nostre continue richieste , ci ha preparato sempre più spesso.
E' un semplicissimo sformato di spinaci, ma è così buono che anche  i bambini che , come tutti sappiamo , non amano troppo questa verdura, ne saranno conquistati. Ecco qui la ricetta:



Ingredienti:
1 kg di spinaci  (si possono usare anche quelli congelati)
500 g. di besciamella
1 uovo intero
una manciata di parmigiano grattugiato
un pizzico di noce moscata
sale e pepe q.b
olio e pane grattugiato per foderare la teglia


  • Lessare gli spinaci e saltarli in padella, salare e pepare

  • Preparare la besciamella e aggiungere la noce moscata
  • Mettere in una ciotola gli spinaci, aggiungere la besciamella ,l'uovo e il parmigiano, mescolare bene

  • Ungere con l'olio una teglia , spolverarla con il pane grattugiato
  • Versare gli spinaci e, livellare bene e ricoprire con il pangrattato
  • Aggiungere sopra un filo di olio 

  • Infornare a 180° per circa 1/2 ora o finchè la superficie non diventa dorata
Io ho usato degli stampini monoporzione ma si può usare il contenitore che più si preferisce.
Lo sformato può essere servito caldo o freddo



Susy

10 febbraio 2017

Zuppetta di rape e fagioli cannellini al profumo di mare

Il sabato sono solita andare in un mercatino di Viterbo in cui trovo tutti prodotti locali a km 0 e faccio la scorta di verdure e frutta per tutta la settimana, anche perchè ovviamente ci sono solo prodotti di stagione. Sabato scorso ho acquistato delle bellissime rape con le quali ho realizzato una buonissima zuppetta aggiungendo dei fagioli cannellini. Quando l'ho cucinata era martedì e a casa mia preparo sempre il pesce, questa volta ho pensato che aggiungendo qualche frutto di mare e un calamaro alla mia zuppa di rape forse sarebbe riuscito un buon piatto, così ho voluto provare e vi assicuro che il mio istinto non si è sbagliato è venuta buonissima ecco perchè voglio proporvi la ricetta, provate è un piatto unico veramente salutare e buonissimo!





Ingredienti:
4 rape bianche medie con tutte le foglie
400 g. di fagioli cannellini bolliti
uno spicchio di aglio
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco 
olio evo, sale e peperoncino q.b
1 calamaro arrostito
12 cozze cotte e sgusciate
2 cucchiai di vongole veraci cotte e sgusciate


  • In una padella mettere le cozze e le vongole e cuocerle con un filo di olio , sgusciarle e mettere da parte
  • Pulire le rape sbucciarle , farle a dadini compresa la parte delle foglie e lessarle in acqua salata
  • Bollire anche i fagioli cannellini
  • In un tegame versare un filo di olio , uno spicchio di aglio e un pizzico di peperoncino
  • Nel mezzo bicchiere di vino bianco sciogliere i due cucchiai di concentrato di pomodoro
  • Versare nel tegame le rape e i fagioli e irrorarli con il vino bianco
  • Far evaporare e cuocere ancora per una quindicina di minuti
  • Versare in un piatto fondo un mestolo di zuppa di rape e fagioli e adagiarvi sopra qualche cozza, le vongole e un pezzetto di calamaro arrostito in precedenza
  • Servire il piatto ben caldo con un crostino di pane (io ho usato quello nero ai sette cereali che avevo preparato il giorno prima, ma usate ciò che più preferite)





Susy

1 febbraio 2017

Biscotti Romias dolci

La domenica per me non è tale se non porto in tavola un bel dolcetto. Questa volta volevo provare la mia nuova bocchetta romias, quindi ho cercato tra i miei libri e ho trovato questa ricetta che è del mio maestro preferito Luca Montersino. Non è stato proprio semplice utilizzare la sach a poche, però con tenacia sono riuscita ad ottenere un prodotto accettabile, come prima volta posso ritenermi soddisfatta. Il sapore è veramente squisito, sono finiti in un attimo eccovi la ricetta.



Ingredienti
per la massa esterna:
360 g di burro di ottima qualità
145 g. di zucchero a velo
80 g. di albumi
450 g. di farina
vaniglia q.b

per la massa interna:

100 g. di glucosio
30 g. di mandorle
30 g. di nocciole
30 g. di sesamo
100 g. di zucchero di canna
100 g. di burro


  • Preparare l'impasto per la massa esterna montando il burro a pomata con lo zucchero a velo finchè non diventa bello spumoso

  • Aggiungere a questo punto l'albume e poi la farina e la vaniglia
  • Mettere l'impasto nella sach a poche con la bocchetta romias
  • Realizzare i romias che saranno vuoti al centro
  • Preparare l'impasto interno scaldando un pochino il glucosio, quindi aggiungere le mandorle e le nocciole precedentemente tritate, il sesamo , lo zucchero di canna e il burro a pomata
  • Inserire un cucchiaino dell'impasto al centro dei romias

  • Infornare a 180° per una quindicina di minuti o finchè non diventano appena dorati
  • Lasciar freddare prima di toglierli dalla teglia


Susy 
Per chi non la conoscesse questa è la bocchetta Romias per realizzare questi biscotti


11 gennaio 2017

Zuppa di cipolle

Il freddo è arrivato e la voglia di mangiare  qualcosa di caldo cresce sempre di più. Io amo portare in tavola  zuppe e vellutate ma non avevo mai preparato una zuppa di cipolle. Questo piatto è famosissimo in Francia, la soup d'onions è uno dei classici ed io ho voluto provare a farla. Quindi ho girovagato un pò sul web e alla fine  ho realizzato la mia zuppa. Il risultato è stato fantastico, non pensavo che fosse così buona e consiglio di provare a farla. Ecco qui la  mia ricetta:



Ingredienti:
3 cipolle bianche
1 cucchiaio di farina
50 g. di burro
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe
1 litro di brodo di carne
1/2 bicchiere di vino bianco
qualche fetta di pane tostato
100 g. di emmental svizzero


  • Affettare finemente le cipolle
  • In un tegame far scaldare il burro e l'olio, aggiungere le cipolle affettate e far rosolare stando attenti a non farle bruciare

  • Sfumare con il vino bianco e aggiungere la farina
  • Mescolare bene e aggiungere qualche mestolo di brodo
  • Far cuocere per una mezz'ora aggiungendo se necessario il brodo

  • A fine cottura regolare di sale e pepe
  • Tostare qualche fettina di pane

  • In una ciotola mettere  il pane , poi la zuppa e sopra l'emmental grattugiato

  • Passare sotto il grill fino a che non diventa dorata

Servire ben calda e buon appetito!

Susy

LinkWithin

.