16 luglio 2018

Cetrioli sott'aceto

Finalmente il mio orticello, fatto in ritardissimo quest'anno, sta cominciando a produrre e, oltre alle zucchine ci sta regalando dei bellissimi e buonissimi cetrioli. Visto che ne avevo tanti ho deciso, per non sprecarli, di prepararli in barattolo sott'aceto. Il procedimento è facilissimo e il risultato è ottimo. Ecco qui la ricetta.



Ingredienti :

7 cetrioli belli grandi
1 litro di vino bianco
1 litro di aceto di vino bianco
un cucchiaio raso di zucchero
un cucchiaio raso di sale
due cucchiai di pepe nero in grani


  • Lavare  bene i cetrioli, privarli delle punte
  • Tagliarli a metà e poi  in quattro, togliendo gli eventuali semi
  • Tagliarli ancora in bastoncini di 4 cm di lunghezza
  • Nel frattempo mettere a bollire il vino e l'aceto, aggiungere il sale e lo zucchero
  • Appena bolle mettere in pentola i cetrioli e farli bollire per circa 5 o 6  minuti
  • Sterilizzare i vasetti e metterci dentro i cetrioli, rimboccare con il liquido della pentola
  • Chiudere e lasciar freddare
  • Conservare e lasciar passare un mese prima di consumarli

Susy

27 giugno 2018

Biscottini cioccomenta con burro di mandorle

Eccomi di nuovo qui, come promesso nella precedente ricetta , oggi voglio proporvi quella di un tipo di biscottini da me inventati e nei quali non ho utilizzato, anche stavolta nè burro nè uova.Come mai la scelta ultimamente di pubblicare ricette senza uova nè burro? Domanda più che normale, è pura voglia di sperimentare cose nuove, stando attenti alla salute ma non perdendo il piacere delle cose buone. La farina è macinata a pietra con l'aggiunta di una parte di grano saraceno e al posto del burro ho utilizzato il buonissimo burro di mandorle. Nel mio giardino ho poi raccolto delle profumatissime foglie di menta e....un pò di cioccolato non ci sta male, e così impasta qui e là sono usciti fuori dei profumatissimi e buonissimi biscotti. Provare per credere ecco qui la ricetta.





Ingredienti per circa 40 biscottini:
200 g. di farina tipo 2
50 g. di farina di grano saraceno
50 g. di amido di mais
150 g. di zucchero di canna
80 g. di burro di mandorle
1 cucchiaino di lievito per dolci
10 g. di foglie di menta fresca
2-3 cucchiai di gocce di cioccolato

  • Frullare le fogli di menta con lo zucchero
  • Mettere nella planetaria e aggiungere tutti gli altri ingredienti
  • Impastare bene fino ad ottenere una frolla morbida ( se necessario aggiungere ancora un pò di farina


  • Stendere l'impasto  e formare dei biscotti della forma desiderata ( io li ho fatti semplicemente tondi)
  • Mettere i biscotti su una teglia con carta forno e infornare a 180° finchè non diventano appena dorati
  • Far freddare e togliere dalla teglia
  • Impiattare e servire si conservano bene in una scatola di latta


Susy

Burro di mandorle

Oggi controllando le varie ricette pubblicate, mi sono accorta di non aver messo nella sezione Ricette base, il burro di mandorle, che è presente invece in una ricetta del risotto al salmone affumicato e cipolla caramellata, quindi avendolo preparato domenica per realizzare dei squisiti biscottini senza uova nè burro, ho fatto il burro di mandorle che ho poi subito fotografato prima di utilizzarlo. Perciò ecco a voi la ricetta con la foto e provatelo perchè è un ottimo sostituto del burro sia nei piatti dolci che salati. La ricetta però non è la mia ma del mio mitico maestro Luca Montersino!!






Ingredienti

150 g. di mandorle pelate
50 g. di pinoli
125 g. di latte
10 g. di olio evo
4 cubetti di ghiaccio
un pizzico di sale


  • Mettere le mandorle a bagno la sera prima
  • Scolarle e mettere tutti gli altri ingredienti in un mixer potente
  • Frullare bene fino ad avere una consistenza simile a quella del purè
  • Mettere in frigo ed usare all'occorrenza entro qualche giorno
Se come me avete un abbattitore di temperatura, abbattetelo così si conserverà per diversi giorni come fosse appena fatto.
Se invece dimenticate di mettere a bagno le mandorle, basterà tenerle per un'oretta in acqua bollente



Susy

25 giugno 2018

Tortine alle pesche senza uova nè burro

Buon lunedì, oggi voglio proprio postarvi la ricetta di queste fantastiche tortine alle pesche, che ho preparato proprio ieri e che non contengono nè uova nè burro, quindi anche chi è vegano può mangiarle. Devo dire che ero un pò scettica circa la riuscita sia in lievitazione che nel sapore, ma devo proprio ammettere che sono buonissime! Non troppo dolci ma ti lasciano un sapore delizioso e che dire non si hanno così tanti sensi di colpa perchè le calorie non sono poi  tante. Ormai chi mi segue sa che sto usando sempre farine diverse e non raffinate perchè oltre a non fare male, danno un sapore unico . Eccovi la semplicissima ricetta.



Ingredienti per 10-12 tortine

100 g. di latte di avena
150 g. di pesca 
70 g. di zucchero di canna integrale
40 g. di mandorle
30 g. di olio di semi
200 g. di farina tipo 2
12 g. di lievito per dolci
1 pesca piccola a fettine per decorare
zucchero a velo bucaneve


  • Frullare la pesca a pezzetti con le mandorle e lo zucchero di canna
  • Aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare bene
  • Versare il composto negli stampi
  • Decorare con le fettine di pesca e qualche lamella di mandorla
  • Infornare a 180° per circa una mezz'ora o fino a che non risulti cotta alla prova stecchino
  • Lasciar freddare, sformare e ricoprire con una spolverata di zucchero bucaneve

Susy



11 giugno 2018

Polpette di zucchine e melanzane con panatura di gallette di mais

Buongiorno! Eccomi qui dopo un fine settimana a preparare cose buone per i miei cari. Ho cucinato tantissimo perchè mio marito mi ha regalato l'abbattitore, che mi è stato consegnato a metà settimana,e che non vedevo l'ora di provare. Infatti ha lavorato alacremente per tutto il giorno, aiutandomi nelle varie preparazioni, con la sicurezza di dare così un prodotto sano e che si conserva tranquillamente tutta la settimana in frigo senza aver paura di  contaminazione batteriche, e che mi ha permesso anche di cucinare cose che avevano tempi lunghi di raffreddamento. Tra le varie pietanze che ho cucinato e che pian piano pubblicherò, cominciamo con la mia versione delle polpette vegetali. Sono venute buonissime e voglio proprio darvi la ricetta!



Ingredienti per 26 polpette:

La polpa di tre melanzane
La polpa di 5 zucchine grandi
1 uovo intero
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio di aglio
3 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di pecorino o parmigiano
20 mandorle pelate
sale e pepe q.b
6-7 gallette grandi di mais
1 cucchiaio di olio per ungere
sugo di pomodoro q.b per decorare

  • Scavare le zucchine e le melanzane, che verranno usate per essere riempite in una seconda preparazione
  • Mettere in un mixer la polpa e aggiungere le mandorle, il prezzemolo e l'aglio
  • Frullare bene quindi mettere il tutto in una ciotola
  • Aggiungere l'uovo, il pangrattato e il pecorino, regolare di sale e pepe e mescolare bene

  • Tritare le gallette di mais per fare la panatura

  • Formare delle polpette, spolverarle con le gallette tritate e adagiarle su una teglia rivestita di carta forno e unta con un filo di olio

  • Infornare a 180° finchè non diventano dorate
  • Servire con un paio di cucchiai di sugo di pomodoro e basilico
Se l'impasto dovesse essere un pò troppo molle (le zucchine rilasciano un pò di acqua) aggiungere un  cucchiaio di gallette tritate, anche se comunque risulterà sempre morbido ma compatto



Susy

8 giugno 2018

Cous cous di timilia con zucchine olive nere e pomodorini

Finalmente il caldo è arrivato e cosa c'è di meglio che cucinare dei piatti freddi che si possono preparare in anticipo e gustare anche in riva al mare o, come nel mio caso ai bordi della piscina? Ecco perchè oggi voglio proporvi  un cous cous diverso , infatti ho usato un grano antichissimo siciliano, che è povero di carboidrati e zuccheri, ma contiene proteine. Io l'ho preparato con le zucchine e fiori di zucca, pomodorini e olive nere e guarnito con qualche ciliegina di mozzarella. Provatelo!



Ingredienti per 4 persone:

320 g. di cous cous di timilia
320 g. di acqua
150 g di pomodorini ciliegini
100 g. di olive nere denocciolate
2 zucchine romanesche grandi
8 fiori di zucchina
1 spicchio di aglio
olio evo, sale e pepe q.b
8 ciliegine di mozzarella
qualche foglia di basilico

  • In una padella tagliare a cubettini le zucchine e i fiori di zucca e cuocerli con un filo di olio e uno spicchio di aglio intero
  • Nel frattempo in un tegame mettere 320 g. di acqua con un filo di olio e un pizzico di sale
  • Appena comincia a bollire spegnere il fuoco e versarvi il cous cous e coprire
  • Far passare una decina di minuti, quindi sgranare il cous cous con una forchetta
  • In un'insalatiera mettere il cous cous, le zucchine ormai fredde, i pomodorini tagliati in quattro e le olive a rondelle
  • Aggiungere qualche fogia di basilico e le ciliegine di mozzarella tagliate a metà
  • Regolare di sale pepe ed olio
  • Mescolare bene e servire
Io ho usato questi ingredienti, ma si può usare la verdura che più piace ovviamente




Susy


4 giugno 2018

Pane fiore d'estate

Buona giornata, venerdì era giornata di rinfresco dei miei lieviti madre, quello a pasta solida e quello liquida, avendone una discreta quantità ho deciso di panificare un pò, visto che era qualche settimana che non lo facevo. Quindi ho voluto provare a fare il Fiore d'estate, un bel pane a forma di fiore che ho visto pubblicato in uno dei vari gruppi facebook a cui sono iscritta. Certo quello della sig. Carla era decisamente più bello, però anche il mio devo dire che , a parte un'esplosione in lievitazione, che ha un pò modificato la forma originale, devo dire che non è venuto male, ma soprattutto è buonissimo. Come al mio solito da qualche tempo in qua, ormai utilizzo solo farine grezze, questa volta ho usato un grano antichissimo, la timilia che è povero di carboidrati e zuccheri, ho aggiunto anche della semola rimacinata, ed è venuto questa bontà. Voglio proprio darvi la ricetta.



Ingredienti:

500 g. di farina di timilia o tumminia
500 g. di semola rimacinata di grano duro
15 g. di malto
150 g. di pasta madre solida
110 g. di licoli ( pasta madre liquida)
1 cucchiaino di sale
700 g. di acqua
3 cucchiai di olio
semi di sesamo e papavero q.b.


  • Nella planetaria mettere tutti gli ingredienti e impastare bene per almeno 20 minuti
  • Quando l'impasto sarà ben incordato e si staccherà dalle pareti spegnere la macchina
  • Lasciar riposare una mezz'ora, quindi trasferire l'impasto sul piano e fare due giri di pieghe a tre, lasciar riposare coperta per una mezz'ora
  • Fare di nuovo due giri di pieghe a tre  poi mettere in una ciotola coperta e in frigo per 12 ore
  • Togliere dal frigo e pesare l'impasto dividerlo in 7 pezzi
  • Con un pezzo fare un quadrato e stenderlo su di una teglia

  • Con gli altri formare delle palline e pirlarle

  • Una deve essere ricoperta con semi di papavero e va al centro del quadrato, le altre 5 dovranno essere ricoperte con dei semi di sesamo e posizionate tutto intorno

  • Alzare le quattro punte del quadrato e accostare il resto dell'impasto alle varie palline
  • Tenere bene stretto il tutto con un giro di carta forno fatto a mo di cintura, servirà per contenere l'impasto in lievitazione

  • Mettere in forno con la luce accesa per circa 4-5 ore

  • Cuocere a 190 ° finchè non risulterà cotto, per evitare di farla colorare troppo sopra coprirla con un foglio di carta forno o di alluminio da togliere quasi a fine cottura

Come si vede dalle foto, la mia nonostante la cintura è uscita fuori in cottura e si è tutta unita, pazienza il risultato della bontà però non è cambiato, la prossima volta verrà meglio!

Susy

LinkWithin

.